Lo sformato contadino : la tradizione svela nuova prospettive

22 aprile 2016

 

Ho deciso di partecipare ad un contest culinario decisamente particolare:

NEW COMFORT FOOD – La Tradizione svela nuove prospettive

Il contest prevede la preparazione di un piatto per il pranzo domenicale in famiglia, in cui ritrovare quei sapori che ci riportano alla nostra infanzia e che ci scaldano il cuore. Si tratta di riprendere in mano il ricettario di mamma o nonna, per preparare quella pietanza di cui eravamo tanto golosi, donandole al contempo un tocco personale e innovativo.

Il piatto  deve essere preparato “come si faceva una volta”:

–   Senza alcun tipo di prodotto industrializzato e/o confezionato.

–   Senza sprechi

–   Senza gravare sulle “spese di casa”. Trattandosi di un pranzo in famiglia,  il budget totale massimo concesso è di 10€ per una coppia  e di 15 € per 3/4 persone.

 Ho attinto al ricettario di mia suocera per preparare una ricetta di cui mio marito va ghiotto e che gli ricorda la sua infanzia : “Lo sformato contadino”.

In effetti il nome del piatto me lo sono inventata per l’occasione in quanto  nel periodo bellico e post bellico – da cui mia suocera ha attinto il ricordo – lo si menzionava elencandone semplicemente gli ingredienti “latte, patate, polenta, cipolle”.

Il periodo storico è quindi quello della II guerra mondiale e l’ambientazione è Dorio, piccolo paesino nell’alto lago di Como racchiuso tra le montagne ed il lago dove mia suocera era “sfollata”.

IMG_1843

Periodi duri, terra dura dove ogni ingrediente che la terra donava era un bene prezioso da non sciupare ed ogni eventuale e raro  avanzo un’occasione per “inventarsi” il pranzo o la cena del giorno seguente.

 

La ricetta che vi presento ….

cock-a-doodle-dooo lo sformato contadino 2

 è un piatto decisamente povero ma gustoso e nutriente, non richiede nessuna competenza tecnica, basta solo ricordarsi di mettere tanto amore nella preparazione, la stessa che le nostre nonne e mamme da sempre aggiungono alle nostre pietanze.

Ingredienti  ( dosi per 4 persone)

400 gr di patate lessate al momento o del giorno prima

300 gr di cipolle ( quelle che avete in casa )

500 gr di polenta fredda avanzata dal giorno prima

30 gr di burro del contadino

Latte intero quanto basta

Sale e pepe

Procedimento :

  1. Tagliare a listarelle le cipolle e passarle in padella con il burro. Lasciare cuocere bene per almeno 5 minuti aggiungendo un goccio li latte per evitare che le cipolle si brucino.
  2. Aggiungere le patate schiacciate o fatte a tocchetti e la polenta a pezzetti. Regolare di sale e pepe. Miscelare bene e lasciare cuocere mescolando di tanto in tanto per almeno 20 minuti o fino a quando il composto comincerà ad asciugarsi.
  3. A questo punto lasciate che formi una piccola pellicola croccante. Girate sull’altro lato e ripetere l’operazione.

Servire  ben caldo.

Con questa ricetta partecipo al contest Foodbloggest di Esperienze Gustose, la manifestazione dedicata alla cucina, in programma dal 6 all’8 maggio a Villa La Mattarana a Verona”.

banner per foodblogger

#foodbloggest

#esperienzegustose

XOXOXO

 

Previous Post Next Post

You may also like

2 Comments

  • CARLA

    Mi sembra molto buono e molto vicino alle mie cene buone ed economiche eheheh. Più tardi lo leggo con calma perché la spiegazione va gustata quanto il piatto.

    23 aprile 2016 at 11:04 Reply
    • Simona Anghileri

      ma grazie ! allora aspetto un tuo commento …a caldo !
      un abbraccio

      26 aprile 2016 at 8:52 Reply

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.