Pavlova ai frutti di bosco con sciroppo d’acero e pralinato alle nocciole

6 luglio 2018

Tutto è cominciato per colpa di  albumi avanzati  e qualche foto vista sui social; ma vi posso assicurare che questa torta all’apparenza laboriosa in realtà altro non è che una meringa con panna montata e frutta fresca. Semplice e veloce da fare.

Procediamo con ordine. La torta in questione è una pavlova. Mi è capitato spesso di vederla fotografata, ma siccome amo molto di più le torte rustiche non mi ero ero mai lasciata tentare  fino a quando non ho visto quella della mia amica Cecilia   e così ho deciso di provarci.

La Pavlova è un dolce a base di meringa, panna e frutta fresca. E’ una torta di origine australiana e/o neozelandase, chiamata così in onore della ballerina russa Anna Pavlova.

Per rappresentarne la leggerezza, la raffinatezza e l’eleganza il dolce si basa di una meringa croccante all’esterno e soffice all’interno…

Si inizia con la preparazione dei dischi di meringa.

Si sceglie della frutta fresca che servirà da topping …

La frutta fresca può essere messa direttamente dopo averla ben lavata ed asciugata oppure , come nel mio caso, passanadola leggermente in padella con un cucchiaio di rhum e uno di zucchero per “sciropparla” leggermente …

Si monta poi la panna montata con un cucchiaio di zucchero a velo e si costruisce la torta .

Meringa, panna montata; poi di nuovo fino a completare con panna montata e frutta frutta fresca.

Siccome in famiglia siamo particolarmente golosi, ho preparato anche un pralinato alle nocciole che ho spezzettato sulla torta per dare per leggera croccantezza ad ogni fetta.

Due gocce di sciroppo d’acero per legare il tutto e voilà : la PAVLOVA è pronta.

La ricetta che vi lascio l’ho presa direttamente dal blog di Cecilia   ( ho semplicemente modificato due o tre cosine ) Vi suggerisco di passare da lei che ha ricette molto belle e gustose e sono certe troverete tanti spunti per i vostri pranzi, cene o merende .

Ingredienti:

  • Gli albumi di 4 uova grandi – a temperatura ambiente
    250 g di zucchero semolato
    1 cucchiaio di amido di mais + colorante alimentare rosa ( se volete farle colorate come le mie)
    200 gr frutti rossi misti
    Sciroppo di acero + 1 cucchiaio di rhum
  • Per il pralinato di nocciole:
    100 g di nocciole
    150 g di zucchero
  • Per farcire:
    500 ml di panna fresca
    1 cucchiaio di zucchero a velo

Procedimento:

• Preriscaldate il forno a 140°C, 120°C se ventilato. Disegnate tre cerchi da 20 cm su 3 fogli di carta forno (potete usare uno stampo o un anello, per farlo) e metteteli su tre teglie con la parte disegnata sotto.
• Per le meringhe, mettete gli albumi in una ciotola capiente e montateli a neve. Iniziate ad aggiungere lo zucchero a cucchiaiate, continuando a montare.  Alla fine, unite l’amido. Continuate a montare gli albumi fino a formare il classico becco e finché la meringa sarà bella lucida.
• Suddividete la meringa sui tre fogli di carta forno (mettete una punta di meringa tra la teglia e la carta forno per non farla spostare), quindi distribuite la meringa restando entro la circonferenza disegnata in precedenza. Cuocete le meringhe per un’ora, quindi spegnete il forno e lasciatela raffreddare completamente (meglio se per tutta la notte) con lo sportello del forno aperto.
• Tagliate un foglio piccolo di carta forno. Per il pralinato di nocciole mettete lo zucchero in una padella o casseruola antiaderente piccola e ponetela su fuoco basso. Una volta che metà dello zucchero si sarà disciolto, mescolate delicatamente e fate sciogliere completamente anche il resto, fino a ottenere un caramello ambrato. Unite le nocciole, mescolate, quindi versate il croccante sulla carta forno e fate raffreddare e indurire. Una volta ben freddo, riducetelo con il coltello in piccoli frammenti.
• Montate la panna con lo zucchero a velo. Assemblate la pavlova mettendo uno dei dischi su una alzatina con la parte piatta verso il basso. Ricoprite con un terzo della panna. Ripetete la stessa operazione con gli altri due dischi di meringa e il resto della panna.
• Saltate in padella i frutti di bosco con un cucchiaio di Rhum e uno di zucchero o sciroppo d’acero.
• Completate distribuendo parte della frutta sull’ultimo strato di panna, aggiungete una manciata di pralinato di nocciole e altro sciroppo d’acero.

La torta va montata poco prima di servirla ( per aver le meringhe belle croccanti fuori e morbide all’interno ). Si conserva in frigorifero per 2 giorni massimo.

Beh..se decide dei provarla fatemi sapere.

XOXOXO

 

 

 

Previous Post Next Post

You may also like

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.